La UX incide sul valore dei prodotti/servizi?

Quando si parla di UX, si parla di “esperienza” dell’utente, non tanto e non solo di “bellezza”, di “facilità”, di “semplicità”, ma anche di “coerenza”, di “piacevolezza”, di “familiarità”, cioé di ciò che “l’utente si aspetta”. Finita la sua esperienza di acquisto, di utilizzo, di visualizzazione, l’utente deve rimanere “soddisfatto”, come se fosse uscita da un cinema dopo aver visto un piacevole film.
La riflessione di oggi, dopo un dura, durissima esperienza nello store di Microsoft, è: quanto incide la UX di un prodotto, servizio, acquisto, sul “valore percepito” dal cliente?
Con la licenza Home di Office 365 si ottengono per 100 euro tutti i prodotti Office per ogni dispositivo di fino a 5 utenti oltre a 60 minuti/mese di chiamate Skype e 1 TB di spazio su OneDrive (proprio non lo userò mai – ma questo sarà un altro post).
Un prezzo francamente molto molto onesto che in altri tempi avrei definito da shareware.
La mia soddisfazione per il prezzo è però completamente annullata dalla insoddisfazione per essere stato costretto a spendere molto tempo a capire il non funzionamento del carrello dello store di Microsoft.
In oltre 30 minuti di battaglia non sono riuscito a convincere il carrello ad accettare il conto Paypal aziendale, ho incontrato un bug logico e due bug di interfaccia che mi hanno costretto a reintrodurre tre volte i dati della carta di credito.
Ho sempre trovato “confuse” le interfacce di Microsoft. Oggi questo tipo di confusione diventa francamente difficile da accettare, milioni di persone hanno avuto modo di provare i telefoni e le interfacce Apple e hanno intimamente capito cosa significa ricevere soddisfazione dal rapporto con un device elettronico. Non è un caso se i prezzi dei prodotti Apple sono alti e si mantengono alti mentre quelli di Microsoft sono bassi e tendono a scendere fino al gratuito: l’incidenza della UX è molto, molto alta sul valore percepito dall’utente e Microsoft non ha ancora imparato.
E voi? Quanto lavorate sulla UX dei vostri clienti? La User eXperience è anche quella che i vostri clienti provano quando ricevono una vostra bolla, fattura, email, prodotto, servizio. Potete ritenere che siano piacevolmente indotti a ritornare da voi?